La storia della JU-VI

Pubblicata in Storia

Fondata nel 1952 (il nome Ju.Vi. deriva da Juventute et Viribus), da Mario Radi, pioniere della pallacanestro cremonese, cui è dedicato il Palazzetto dello Sport della città lombarda, la società ha vissuto il suo miglior momento negli anni settanta, disputando l'allora secondo livello del campionato italiano, la Serie B, arrivando a sfiorare la promozione in serie A nel Campionato 1974-75, con il nome di JuVi CBM, con questa rosa: Giorgio Andrusiani, Stefano Andreani, Filippo Taccola, Mario Zorzenon, Angelo Crucitti, Mauro Colonnello, Luigi Longo, Raffaele Rastelli, Euclide Insogna, Angelo Baiguera, Tullio Magnani. Molti atleti di quella squadra militarono poi nella massima serie italiana.Allenatore era Mario De Sisti. Vice, Renzo Righi.

Nel 1996, dopo aver disputato alcune stagioni in Serie B d'Eccellenza, è costretta a ripartire per problemi economici dalla Serie C2. Da lì in poi è riuscita a risalire le varie categorie fino alla stagione 2007-08, quando è stata promossa in Serie A Dilettanti.

Alla fine della stagione 2008-09 mette in vendita il titolo di Serie A Dilettanti dopo la fusione con la Triboldi Soresina. A seguito della fusione la nuova società ha scelto Cremona come sede. Il 2 luglio 2009 la Ju.vi. Cremona cede i diritti della Serie A Dilettanti alla neonata società Brescia Basket Leonessa proseguendo la sua attività a livello giovanile.

Nel settembre 2014 una nota famiglia di imprenditori cremonesi, il gruppo Ferraroni, ha rilevato il marchio Ju.Vi. dal precedente proprietario, con l'intenzione di riportare in alto la squadra che, nonostante la lunga pausa societaria, è rimasta nel cuore di moltissimi tifosi della città del Torrazzo. La squadra è ripartita dal Campionato di Promozione Lombardo 2014-2015. Per proseguire nella tradizione societaria, sono stati adottati i colori originali della fondazione, cioè amaranto e oro. Presidente è Ettore Ferraroni, già famoso calciatore della Cremonese.

Al termine del girone d'andata del Campionato di Promozione Lombardo Girone 2 Brescia, la JuVi guidava imbattuta la classifica. Nel girone di ritorno, nonostante tre sconfitte, il giorno 23 aprile battendo la JoKo Sport Izano per 74 a 51 in casa nell'ultima di campionato in una Palestra Spettacolo gremita di pubblico, si proclama campione e guadagna la promozione in Serie D regionale.

Nella Stagione 2015-16, inserita nel Girone F della Serie D regionale, stabilisce un record, restando imbattuta in tutti e 32 gli incontri: dopo aver dominato il Girone Eliminatorio, vincendo tutte le 26 partite, nei successivi incontri di play-off, elimina via via tutte le pretendenti alla promozione: San Pio X Mantova, Marnatese Basket ed infine l'ABC Lomazzo sempre in soli due incontri. In Finale, dopo aver vinto alla Palestra Spettacolo di Cremona sui comaschi per 68 a 44, conclude la propria stagione nel Palazzetto di Cermenate, più capiente rispetto a Lomazzo, davanti a 200 tifosi cremonesi, vincendo per 53 a 76, venendo promossa così in Serie C reg. o Serie C Silver,centrando così la seconda promozione consecutiva, proseguendo il percorso di risalita verso categorie più alte e degne del passato, come nei programmi della dirigenza.

Nella stagione 2016-17 è stata inserita nel Girone C della Serie C Silver Regionale dove ha continuato a rimanere imbattuta per lunghi mesi, fino al 4 febbraio 2017 (sconfitta ad Asola per 63 a 68), portando il proprio record a quota 53 vittorie, secondo solo alla serie stabilita in passato dalla Bettinzoli Monticelli Brusati, con 76 incontri senza sconfitte. Al termine della stagione 2016-17, il 31 maggio 2017, vincendo ad Erba per 67 a 53, davanti ai soliti 200 tifosi cremonesi, la JuVi Ferraroni ha conquistato la terza promozione consecutiva, terminando al primo posto nel proprio girone la stagione regolare e vincendo poi tutti gli incontri di play off, contro Soul Basket Milano, Fluidotecnica Aironi Robbio e Casa della Gioventù Le Bocce Erba, ottenendo così il diritto a disputare il Campionato di Serie C Gold Regionale per la stagione 2017-18.